Castelmola

Castelmola è un piccolo villaggio che si trova su una collina al di sopra di Taormina, nella provincia di Messina, e dal quale si può ammirare non solo Taormina, ma anche il mar Ionio e il monte Etna.

Il villaggio, in tempi recenti, è entrato nella lista dei “villaggi più belli d’Italia”.

Come arrivare

Castelmola, essendo molto piccolo, lo si visita in poche ore, quindi prima di recarti alla scoperta di Taormina, ti suggeriamo di farci un salto per esplorare il suo borgo medievale.

Per raggiungere Castelmola da Taormina, il modo più veloce è quello di prendere i bus che partono dal terminal bus di Taormina.

Il servizio, che viene gestito da Interbus, oltre ad essere disponibile ogni ora, è anche molto economico: per l’andata da Taormina a Castelmola si spendono 1,90 euro, mentre per il biglietto andata e ritorno si pagano al massimo 3,00 euro.

In alternativa, se lo preferisci, puoi prendere anche un taxi (costo: circa 15-20 euro) da Taormina a Castelmola, mentre l’uso della macchina, e questo anche nel caso in cui tu sia un guidatore provetto, te lo sconsigliamo.

La strada infatti, oltre ad essere molto stretta, in alcuni punti è difficile da transitare a causa dei veicoli di passaggio e, una volta giunti a Castelmola, si trovano parcheggi limitati che, spesso, sono anche occupati dalle auto dei residenti.

Meglio quindi evitare questo genere di avventura, che può essere molto stressante, e servirsi dei mezzi pubblici o dei taxi oppure, se hai tempo e sei allenato, fare un’escursione fino a Castelmola (tempo: circa 50 minuti, ma calcola anche un’ora e un quarto se, ad ogni angolo, hai l’abitudine di tirare fuori la macchina fotografica per riprendere il panorama).

Cosa vedere a Castelmola

1. Castello di Castelmola

Il castello, del quale al giorno d’oggi rimangono solo alcuni ruderi, venne costruito durante l’epoca normanna e, in origine, il villaggio si sviluppò attorno ad esso.

2. Piazza San Antonino

Per entrare a Castelmola si deve passare sotto un arco che, subito dopo, conduce a piazza San Antonino.

La piazza è nota soprattutto per la sua pavimentazione, composta da quadrati di lava bianca e nera, ed è circondata dalle magnifiche colline e vallate della regione.

3. Antico Caffè San Giorgio

Situato in un angolo della piazza San Antonino, l’Antico Caffè San Giorgio è una vera e propria istituzione a Castelmola da quando venne aperto dai monaci nel 1700.

Fu proprio Don Vincenzo Blandano, proprietario della taverna nei primi anni del Novecento, ad inventare il celebre vino alle mandorle, che devi assolutamente provare quando visiti il villaggio.

Il vino bianco, insaporito con mandorle, essenza d’arancia ed erbe, veniva dato da Don Vincenzo Blandano in persona a tutti i visitatori che arrivavano a Castelmola per dare loro il benvenuto.

Un consiglio: dai un’occhiata al libro degli ospiti per vedere le firme degli ospiti illustri che hanno visitato il bar fin dalla sua apertura, avvenuta agli inizi del Ventesimo Secolo, e se vuoi fermarti per un caffè, fermati qui, perché qui il caffè costa di meno rispetto che negli altri bar di Castelmola.

4. Piazza Duomo

Passando attraverso la piazza Duomo, si incontra la chiesa principale, dedicata alla Vergine Maria, i negozi che vendono i pizzi di Castelmola, noti in tutta la Sicilia e non solo, case con finestre e porte decorate con la lava bianca tipica della zona e il Bar Turrisi, che insieme all’Antico Caffè San Giorgio è uno dei ritrovi più famosi di Castelmola.

Occhio però: per entrare in questo bar, dovrai essere dotato di un notevole umorismo e di molta ironia, in quanto è noto infatti per le sue numerose…sculture falliche in legno e in ceramica.