Il carnevale siciliano

Le prime testimonianze del Carnevale in Sicilia risalgono al XVII secolo.
Nella Città di Palermo si festeggiava la fine del “carnem levare”, cioè il divieto ecclesiastico di consumare carne durante il periodo quaresimale. Le strade erano ricche di addobbi, di gente vestita in maschera, ma con il passare del tempo, la manifestazione assunse un carattere sempre più sfarzioso, fino a perdere le originarie caratteristiche.

Le città del Carnevale siciliano

Se al giorno d’oggi, volessimo cercare le manifestazioni più significative del Carnevale, dovremmo visitare la città di Sciacca, di Acireale e di Mezzojuso.

Carnevale siciliano di Sciacca

La città di Sciacca, in provincia di Agrigento, tiene una delle manifestazioni più famose dell’intera regione Siciliana. Il Carnevale di Sciacca è paragonato ai più famosi eventi carnevaleschi del Nord-Italia.
Il Carnevale nella città di Sciacca inizia il giovedì grasso, quando l’amministrazione comunale consegna le chiavi della città alla maschera locale “Peppe Nnappa”. I giorni che seguono sono segnati dalla sfilata dei carri allegorici, da balli tipici siciliani e da canti tradizionali. Infine la sera del martedì grasso i festeggiamenti si concludono con il rogo del carro di Peppe Nnappa.

Carnevale siciliano di Acireale

Il Carnevale di Acireale, in provincia di Catania, nasce sotto il dominio aragonese. Purtroppo dell’antico modo di festeggiare è rimasta ancora oggi la sfilata dei carri giganteschi, costruiti in cartapesta. I gruppi folcloristici locali accompagnano la manifestazioni con musica, concerti e spettacoli.

Carnevale di Mezzojuso

Il Carnevale di Mezzojuso, in provincia di Palermo, risale probabilmente al 1600, quando si assisteva ad una strana storia d’amore denominata “Mastro di Campo”.
Ad oggi il Carnevale di Mezzojuso coinvolge circa 60 figuranti con costumi dell’epoca. Alla festa tradizionale si sono aggiunti nel tempo altri personaggi, come Garibaldi, che con i suoi uomini interviene ingaggiando una battaglia con le truppe saracene. L’evento si conclude lietamente ogni volta, con Mastro di Campo che conquista la sua amata.

Leggi anche: Carnevale di Misterbianco