Consigli viaggio Sicilia: una piccola guida utile per tutti

Consigli viaggio Sicilia: trasporti e periodo

Iniziamo la nostra guida “consigli viaggio Sicilia” parlando dei trasporti; quando il soggiorno è piccolo, ad esempio solo una settimana, è importante essere in auto o moto, per accelerare gli spostamenti e organizzare gite giornaliere che comprendono più tappe e in tutte e due le parti dell’isola. L’ideale sarebbe affittare un appartamento nella parte centrale della Sicilia. Si fa presente a inglesi e americani che in Italia si guida a sinistra e questo può creare difficoltà all’inizio, anche perché, a differenza delle strade americane, australiane e anche inglesi, i vicoli siciliani sono stretti e il rischio di urtare gli specchietti è alto, se viaggiate, quindi in Italia e Sicilia, senza un gruppo di guida e riferimento per i trasporti, si consiglia un breve corso di guida su auto con volante a sinistra.

Altro  consiglio per le vacanze Sicilia, proponiamo come periodo ideale di visita i mesi prima e dopo agosto, a causa del sovraffollamento delle spiagge e dei prezzi troppo alti per mete come isole, gite in barca per grotte e riserve. Durante l’inverno, il mare è mosso, quindi i periodi flessibili e tranquilli per la visita di tutte le località, comprese le isole, sono i mesi di maggio e settembre, quando il clima è ancora caldo e come luglio, sono mesi indicati per una balneazione tranquilla.

Consigli di viaggio Sicilia: abbigliamento flessibile

Continuiamo la nostra guida “vacanze Sicilia consigli” e e parliamo dell’abbigliamento. La regione offre occasioni di gite naturalistiche e culturali, per cui è consigliabile attrezzarsi per un abbigliamento flessibile. Scarpe aperte e comode per le città e scarpe chiuse e traspiranti per riserve, paesaggi sull’Etna e altre località naturali. Ricordatevi di portare qualcosa di pesante per la sera, perché l’escursione termica è forte e la notte diventa fredda, soprattutto in spiaggia dove tira vento umido. Quando visiterete l’Etna, i suoi crateri e i suoi rialzi, ricordate di portare un giacchetto, perché in alcuni punti fa molto freddo a causa del contrasto di temperatura.

Quando visitate le chiese, i monasteri o partecipate ad eventi sacri e tradizionali, ricordatevi che magliette troppo scollate, petti nudi, pantaloncini e gonne troppo corte possono portare all’allontanamento dalle sedi, perché ritenuti poco rispettosi del luogo sacro che si sta visitando. Si consiglia alle donne di portare uno scialle, perché quello venduto dai venditori ambulanti viene fatto pagare a prezzo d’oro.

Consigli di viaggio Sicilia numero tre: i soldi

Per i soldi è buona norma chiedere nei ristoranti, bar dove si consuma se è in funzione il servizio di pagamento con bancomat e carta di credito, inoltre è consigliabile informarsi sempre degli indirizzi di possibili punti Pos e Atp con il logo del proprio servizio bancario o l’esistenza di loghi compatibili con esso.
Borseggiatori e finte guide o parcheggiatori: purtroppo esistono, non solo in Italia e non solo in Sicilia. Il consiglio che si può dare è quello di viaggiare sempre con il giusto quantitativo di denaro, senza gioielli prezioso in vista, orologi e borse troppo vistose. Controllare sempre le buste quando si acquista in negozietti e attenzione ai bambini usati per chiedere l’elemosina, possono essere usati per distrarre, inoltre evitare di lasciare cose preziose in una macchina parcheggiata e senza controllo. I parcheggiatori abusivi in genere non fanno danno, ma se si può, cercare dei parcheggi privati o delle location sicure dove poter sostare le nostra auto e moto.