Duomo di Messina

Il Duomo di Messina è situato in pieno centro storico della città ed è intitolato alla Madonna Assunta. La Cattedrale di Messina è il principale luogo turistico della città, soprattutto ammirato per il suo antico orologio astronomico, che con i suoi movimenti, alle ore 12:00 di ogni giorno affascina milioni di persone.

Storia del Duomo di Messina

Il Duomo di Messina è stato costruito durante la dominazione bizantina, ma fu proprio il Re Ruggero I di Sicilia a ristrutturarlo dopo le continue profanazioni avvenute dai Saraceni durante il loro dominio in Sicilia.
Quando i Normanni conquistarono e schiacciarono via gli Arabi dalla Sicilia, iniziarono la costruzione di una serie e maestose cattedrali, la cattedrale di Messina è la seconda in ordine di grandezza dopo la Cattedrale di Palermo, che nel corso degli anni vennero continuamente rimaneggiate, causa i continui terremoti che si abbatterono in Sicilia.

Esterno della cattedrale

La parte inferiore della facciata della Cattedrale di Messina è decorata da marmi policromi a tarsi, mentre la parte superiore è totalmente in pietra. In prossimità delle tre navate si aprono altrettanti portali gotici mentre nei fianchi della cattedrale sono presenti due file di finestre a conci bicromi.

Interno della cattedrale

L’interno del Duomo di Messina è costituito da 3 navate con transetto e treabsidi. Le rispettive navate sono costituite da due file da 13 colonne ciascuna, le quali sorreggono archi a sesto acuto ed i capitelli che per la maggior parte andarono distrutti.
Nelle navate laterali del duomo si aprono alcune cappelle con statue dei Santi e diversi monumenti sacrali.
All’interno del Duomo di Messina è presente un Organo a Canne, secondo per dimensione in Italia, formato da 170 registri, 16.000 canne e 5 tastiere ed è stato costruito dalla ditta Tamburini di Crema.

Il Tesoro del Duomo

Nella Cattedrale di Messina, da non perdere il Tesoro del Duomo di Messina, esposto e custodito nella fiancata Sud del duomo. Nel Tesoro del Duomo di Messina sono esposti preziosi oggetti ed arredi di culto, appartenuti alla Cattedrale fin dal Medioevo. Il pezzo più prezioso del museo è senza dubbio la Manta d’oro, una veste d’argento e d’oro che lasciava scoperti solo il viso e le mani della statua o delle immagini sacre e che veniva usata soprattutto in Oriente ed in Russia. La Manta d’oro, usata solamente nelle grandi feste, è stata costruita da Innocenzo Mangani nel 1668. Altri prezzi importanti del Tesoro del Duomo di Messina sono il Reliquario di San Nicola, Pigna in cristallo di rocca, il Reliquario del Sacro Capello di Maria ed il Calice d’Argento risalente al XIV secolo,

Orologio astronomico

Leone Orologio Duomo di Messina

All’interno del Duomo di Messina, sul pavimento era presente una grande meridiana, che dal 1802 segnalata con precisione mesi e giorni, segni zodiacali, ore e minuti. Purtroppo l’ingegno venne danneggiato dal terribile terremoto del 1908 e successivamente venne distrutto e coperto nel 1943, a causa di un bombardamento alleato.
Ad oggi grazie alla Scienza, alla Fede ed alla Tecnologia, si è riusciti a far funzionare l’orologio, situato su un campanile alto ben 60 metri, anche senza il vecchio congegno. L’orologio del Duomo di Messina è diventato meta turistica di molti visitatori che vogliono ammirarlo in tutto il suo splendore.