Gole Alcantara

Battezzato definitivamente dagli arabi come Al quantar (“il ponte”), il fiume Alcantara nasce dai Nebrodi e sfocia nei pressi dei Giardini di Naxos nel Mar Ionio. Nei suoi cinquanta e più chilometri di lunghezza ha disegnato con il tempo una valle alta e ripida nel territorio, la quale è troneggiata dall’omonima fortezza, anch’essa luogo d’interesse turistico. Tuttavia l’attrazione più divertente e inebriante di questo fiume sono le celebri Gole di Alcantara.

Quello che attende il visitatore delle Gole è uno spettacolo che solo la forza titanica e inarrestabile di una regione vulcanica può offrire: uno scenario da sogno, da storia incantata o da film girato in luoghi lontani o immaginari. Qui l’acqua e il fuoco hanno lavorato per millenni nello scavare la roccia e plasmare la terra fino a creare un vero e proprio Canyon labirintico e tortuoso, dove il fiume scorre argentino e guizzante di vita anche venticinque o cinquanta metri più in basso rispetto al territorio che lo circonda.

Potrebbe bastare sentire il rombo delle acque e osservare i suoi giochi eterni e infiniti per restare incantati, tuttavia la tentazione di scendere giù fin sul fondo della Gola dell’Alcantara è irresistibile. I più coraggiosi e atletici possono persino tentare l’impresa del free-climbing, oppure si possono scendere le scalinate naturali o artificiali che permettono l’accesso al luogo. Il biglietto per l’entrata comune a tutti i visitatori è di 1 euro, tuttavia è possibile beneficiare del comfort degli ascensori meccanici che agevolano la risalita al prezzo di 8 euro.

Come arrivare alle Gole Alcantara

La zona fluviale che va dai Giardini di Naxos a Taormina compone il Parco Fluviale Sicilia, ma le Gole dell’Alcantara si trovano con più precisione nelle vicinanze di Francavilla di Sicilia, e il parco si trova ben servito dalla Strada Statale 185 che passa proprio accanto alla zona.

Hai bisogno di qualcuno che ti accompagni da Catania fino alle Gole dell’Alcantara? Contattaci.

Le gelide acque delle Gole Alcantara

Gole di Alcantara

Il fiume che scorre così velocemente e per gran parte al riparo da una forte esposizione alla luce solare ha le acque decisamente gelide! È bene che chi voglia bagnarsi in questo corso d’acqua prenda le dovute precauzioni al riguardo. In proposito le strutture attrezzate del parco mettono a disposizione degli stivali di gomma da pescatore alti fino alla coscia con i quali si può tranquillamente guadare il fiume, che non è troppo profondo e l’intensità della sua corrente non desta preoccupazioni, anzi, quando qualcuno si avvicina alle piccole cascate create dai corsi d’acqua al gettarsi a picco dagli speroni di roccia, non è facile scacciare l’idea di porsi sotto le gurne – così vengono chiamate localmente queste cascate – per una doccia tonificante da temerari.

Le strutture turistiche intorno alle Gole dell’Alcantara, oltre che fungere da punti-ristoro e di pernottamento, mettono a disposizione agli amanti dell’equitazione gli animali e l’equipaggiamento per poter godere dei percorsi ippici del parco.

Trova un hotel vicino alle Gole dell’Alcantara