Valle dei Templi di Agrigento

La Valle dei Templi è un’area archeologica, situata nella città di Agrigento (la vecchia Akragas), nella parte Occidentale della Sicilia. Nella Valle dei Templi sono presenti diversi templi dorici risalenti al periodo ellenico, ha una grandezza di 1300 ettari e ogni anno è invasa da migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo.

Dal 1997 è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Storia della Valle dei templi

La Valle dei Templi venne costruita nel 581 a.C. dagli abitanti di Gela, che a sua volta erano originari delle isole di Rodi e Creta.

Akragas fu una delle città più importanti del mondo antico sia economicamente che politicamente. La città arrivò al massimo splendore con al trono il tiranno Terone, che riuscì a sconfiggere i cartaginesi.
Nel 262 a.C. Agrigento entrò a far parte dell’impero romano, seppur rimanendo una delle principali città siciliane.

I Templi di Agrigento

La Valle dei Templi è costituita da dieci templi dorici, tre santuari, varie necropoli, opere idrauliche,  parte di un quartiere greco-romano costruito su pianta greca, un Bouleuterion (sala del consiglio), un Olympeion e due importanti sale da riunione: l’Agorà inferiore e l’Agora superiore.

Valle dei Templi

I dieci templi della Valle dei Templi vengono chiamati:

  • Tempio di Hera Lacinia: costruito nel V secolo a.C., ed era il tempio dove si celebravano le nozze;
  • Tempio della Concordia: costruito anch’esso nel V secolo a.C., viene trasformato come tempio cristiano nel VI secolo d.C.;
  • Tempio di Eracle o Ercole: è uno dei più antichi, distrutto dal terremoto, ad oggi restano solo otto colonne in piedi;
  • Tempio di Zeus Olimpio: costruito dopo la vittoria sui Cartaginesi del 480, era uno dei templi più grandi del Mediterraneo e all’interno erano situati enormi statue alte sette metri e mezzo e una statua di Atlantide che sorregge la volta celeste;
  • Tempio dei Dioscuri: sorge all’interno del santuario della divinità ctonie;
  • Tempio di Efesto o Tempio di Vulcano;
  • Tempio di Atena: costruito lontano dalla Valle dei Templi è situato in pieno centro storico della città di Agrigento, e ad oggi sulla base di questo tempio si trova la chiesa medievale di Santa Maria dei Greci;
  • Tempio L: è stato scoperto solo in tempi recenti, ma già stato distrutto in epoca classica;
  • Tempio di Asclepio: era costruito lontano dalle mura della città di Agrigento, ed era luogo di pellegrinaggio dei malati in cerca di guarigione;
  • Tempio di Iside: si trova all’interno del complesso di San Nicola;
  • Tempio Demetra e Santuario rupestre di Demetra: il tempio si trova ad est della città. Dal terrazzo del tempio di Demetra si raggiunge grazie ad una scalinata il suo Santuario (scavato intermanente nella roccia).

Museo Archeologico Regionale

In pieno centro della Valle dei Templi sorge il Museo Archeologico Regionale di Agrigento. Fondato il 24 giugno del 1967 è uno dei musei più importanti della Sicilia.

Per entrare nel museo bisogna passare tramite il chiostro della Chiesa di San Nicola.

Il museo è costituito da venti stanze, nelle quali sono esposti materiali relitivi alla vecchia città di Agrigento e del territorio circostante.
Al suo interno sono presenti alcuni reperti, come il Dinos con la più antica rappresentazione della Trinacria (Sicilia), le grondaie a testa di leone, il colossale Telamone e la statua di marmo di Efebo che dimostrano la presenza di popoli coloni provenienti dalle città di Creta e Rodi.

Tomba di Terone

Nella Valle dei Templi è possibile visitare la colossale Tomba di Terone, costruita per ricordare i caduti della Seconda Guerra Punica.

Questo sepolcro si trova nei pressi della Porta IV (detta Aurea), una delle più importanti della città, poichè collegava la città col mare e con l’Emporion.